Ricette per Bambini: crostata alle fragole

Tra i cibi più amati dai bambini ci sono sicuramente le fragole e le torte. Queste ultime sono utili in quanto forniscono ai piccoli una buona quantità di carboidrati da sfruttare durante il giorno mentre le fragole contengono moltissime vitamine (sempre per fornire un apporto sufficiente di carboidrati consigliatissime le ricette per bambini che si possono realizzare coi Piccolini Barilla !).

Ma oggi parliamo di dolci: perchè non preparare una buonissima crostata alle fragole per i nostri piccini?

Cominciamo a preparare la crema pasticcera facendo sobbollire mezzo litro di latte con una stecca di vaniglia che lasceremo in infusione per circa 10 minuti. Nel frattempo useremo una frusta elettrica per lavorare 6 tuorli d’uovo con 150g di zucchero in una terrina e quando questi diventeranno bianchi e spumosi aggiungeremo molto lentamente 165ml di latte ancora tiepido e 50g di farina setacciata.

Versiamo questo composto in 335ml di latte e facciamo sobbollire continuando a usare la frusta elettrica e aggiungendo piccole quantità di latte freddo (circa mezzo bicchiere) finchè non si addensa e poi lasciamola raffreddare mentre prepariamo il resto della torta. Imburriamo e infariniamo uno stampo per torte e su questo poniamo un disco di pastafrolla. Prima di infornare a 180° per 40 minuti nel forno già caldo possiamo decorarne i bordi servendoci di una forchetta.

Per impedire che la pastafrolla in forno si indurisca possiamo coprirla con un disco di carta da forno. Dopo averla tolta dal forno e fatta raffreddare, possiamo riempire la pastafrolla con la crema pasticcera e partendo dall’esterno disponiamo le fragole tagliate a metà in cerchi concentrici. In un pentolino versiamo 250ml di acqua, 50ml di sciroppo di fragole, il succo di mezzo limone e 1 bustina di preparato per gelatina in polvere.

Mescoliamo bene il tutto e portiamolo a ebollizione a fuoco dolce per circa 2 minuti e una volta raffreddato versiamo questo sciroppo sulla crostata che lasceremo riposare in frigo per circa un’ora prima di servirla ai bambini.

Continue Reading